Ellesse, storia del brand e monografia.

Ellesse è una casa d’abbigliamento italiana fondata a Perugia nel 1959 da Leonardo Servadio, dalle cui iniziali deriva il nome dell’azienda.

Indice

Il Marchio

Storia di Ellesse

Leonardo Servadio – fondatore Ellesse

Testimonial

Curiosità

Video Advertising di Ellesse dagli anni 80 ad oggi

Il Marchio Ellesse cosa rappresenta:

la mezza pallina da tennis di colore giallo ed arancio

logo-marchio-elllesse

Il logo della Ellesse rappresenta graficamente una mezza pallina da tennis di colore giallo ed arancio. Un’idea di base molto semplice, il cui stesso core ricorda la sua vocazione sportiva. Ellesse nasce infatti inizialmente con l’idea di vestire i tennisti per poi presto aprirsi con successo ad altri sport ed alla moda casual.

Storia
La Ellesse di Leonardo Servadio, iniziò la sua attività nel campo dell’abbigliamento sportivo, principalmente in campo sciistico. A metà anni settanta, fece il suo ingresso nel tennis attraverso la sponsorizzazione delle maggiori tenniste del mondo, fra le quali la numero uno del mondo, l’americana Chris Evert, di molti tornei internazionali, soprattutto femminili, come l’Ellesse Women’s Circuit realizzato alla fine degli anni settanta dall’avvocato-tennista italiano Dino Papale, fondatore e general manager della WITA in collaborazione con la Federazione Internazionale di Tennis e con la Federazione Europea di Tennis, che fu il primo circuito europeo che prevedeva una serie di tornei europei con montepremi in denaro ed un Master finale per le tenniste professioniste.

Nel 1993 Ellesse è stata ceduta alla holding inglese Pentland Group

Brigitte Nielsen veste Ellesse

Testimonial del brand Ellesse
Giocatori di tennis: Johanna Konta, Tommy Haas, Chris Evert, Guillermo Vilas, Boris Becker, Mats Wilander, Arantxa Sánchez e Anna Kournikova; Feliciano Lopez
Sciatori: Marc Girardelli, Alberto Tomba e Jean-Luc Crétier;
Pilota di Formula 1: Alain Prost;
Boxer: Muhammad Ali, Maurice Cheeks Gabriele Corsi

Skateboarder: Natas Kaupas
Attori: Brigitte Nielsen e Roger Moore.
Ellesse è stata presente anche nelle sponsorizzazioni del calcio e ha realizzato i kit per i New York Cosmos negli anni ’80.

Scomparso oggi a 87 anni Leonardo Servadio, lo straordinario imprenditore umbro, tra i primi a intuire la potenzialità del ‘Made in Italy’ nel campo dell’abbigliamento sportivo e casual. Grazie al famoso marchio Ellesse, l’Umbria si rese protagonista di una fase di sviluppo industriale indimenticabile che consentì una promozione alla regione e a Perugia impensabile per l’epoca. Sotto la guida di Servadio, una accorta politica di marketing legò il marchio Ellesse ad eventi sportivi e culturali di caratura internazionale. Nel periodo di massimo splendore dell’azienda si ricorderà come i maggiori sportivi del mondo indossassero abbigliamento con il marchio della mezza pallina da tennis arancione e rossa, facendolo così diventare un vero proprio fenomeno di moda.

1979 Ellesse al Centre Pompidou di Parigi

Al pari delle coloratissime tute del marchese Emilio Pucci, meritano un posto d’onore tra i pezzi-simbolo dell’epoca.

Il Centre Pompidou di Parigi li inserirà in una mostra dedicata al best-of del design made in Italy nel 1979. Due campioni indiscussi a indossare il marchio perugino sulle piste sono stati il gigante degli anni Ottanta Marc Girardelli e l’oro olimpico di Francia dei Novanta Jean-Luc Crétier, che si è aggiudicato il podio a Nagano con un indimenticabile corredo di gara rosso e blu.

 

Ecco una sintetica biografia dell’imprenditore umbro.

Leonardo Servadio nasce a Perugia nel 1925, discendente da una famiglia le cui origini fanno parte della storia stessa della città.

Dopo essersi laureato in Economia e Commercio, entra nel mondo del lavoro affiancando il padre nell’azienda di famiglia, ma nel 1959, spinto dalla passione imprenditoriale e dall’intuizione che i tempi sono maturi per produrre industrialmente capi di abbigliamento, dà vita a un laboratorio di pantaloni che, dalle iniziali del suo nome, chiama ELLESSE.

Partita quasi in sordina, con caratteristiche semiartigianali, grazie alle continue innovazioni e diversificazioni nel campo del prodotto e con l’uso pionieristico delle sponsorizzazioni sportive nel campo della promozione, l’ELLESSE, nel corso dei tre decenni successivi, si afferma come leader assoluto nella produzione di abbigliamento da sci e da tennis e diventa un’icona del “made in Italy” nel mondo.

Nel 1993 cede l’attività a un gruppo inglese e finalmente può dedicarsi a realizzare un sogno che coltiva da molto tempo, essendo un amante della sua città.
I grandi locali con volte medievali in pieno centro cittadino, in passato sede dell’attività paterna, diventano il ”Caffè di Perugia”.

Storia Brand Ellesse: Il caffè di Perugia

Subito il Caffè diventa il salotto buono dei Perugini e anche una grande attrazione per i turisti, affascinati dalla imponente struttura e dai tanti richiami storici e culturali che fanno da cornice al Bar, al Ristorante e all’Enoteca, tanto da guadagnarsi, dopo appena due anni dall’apertura, l’onore di essere inserito fra i 14 Caffè più belli e importanti in Italia.

Nel 1999 Leonardo Servadio acquista la Collezione del Museo del Giocattolo di Stoccolma, con l’obbiettivo di farlo diventare il fulcro di un parco ludico, culturale e commerciale da allestire a Perugia, nel complesso immobiliare che era stato sede dell’ELLESSE.
Scopre così un’altra passione e, nel tempo, arricchisce la raccolta con tanti altri pezzi pregiati, e adegua alla tecnologia moderna, con foto e schede illustrative, l’intera collezione.

Storia Brand Ellesse: Il brand che ha vestito sciatori, tennisti e pugili torna con felpe, tute e magliette che stanno invadendo le strade, in piena nostalgia anni Novanta.

Oggi il brand Ellesse: è diretto Simon Breckon, il nuovo direttore marketing del brand

Alcuni Video Pubblicitari del Marchio Ellesse – Storia del Brand Ellesse

Sentite come viene pronunciato Ellesse da chi non pratica la lingua italiana:

Posted in Brand Story, Inside Umbria.