Crisi anno 2020: lo Scenario è Pronto per una Crescita Senza Precedenti.

🚀 Lo Scenario dopo Coronavirus è Pronto per una Crescita Senza Precedenti.

L’attuale pandemia del Coronavirus è una crisi di un livello che molti di noi non avevano mai visto prima. Città e paesi sono bloccati in casa. Grandi eventi sportivi e di business cancellati. Persone in fila per fare la spesa di “riserva”.

Stavo riflettendo proprio sulla metafora dell’orso addormentato, in questo periodo tutti abbiamo ridotto al minimo i consumi e stilato una lista del ”minimo necessario” in attesa che questa tempesta passi. Vedo e sento persone (e quindi consumatori…) che pero’ non vedono l’ora di uscire, di ripartire e questo vuol dire che:

scenario dopo coronavirus: ci sarà un rilancio pazzesco non appena le acque si calmeranno.

Questo è il momento di rimanere in contatto e aiutare i propri clienti perchè non appena il semaforo sarà di nuovo verde è di Voi e del Vostro brand (che li ha aiutati) che si ricorderanno.

Proprio ieri sera ho guardato un webinar che parlava di nuove tecnologie, nuovi lavori futuri, intelligenza artificiale ecc…
I millenials miliardari, i nuovi Unicorni “così li chiamano”, sono diventati miliardari nel giro di 12 mesi, e in seguito sempre a grandi cambiamenti, perché nelle difficoltà nascono necessità
E se una volta ne nascevano poche ogni anno, ora la crescita di queste realtà è più frequente…perché cavalcano o cambiamenti, cavalcano i nuovi bisogni… o ne creano di nuovi…
Questo buio temporaneo porterà sicuramente ad una luce più splendente dopo.

A parte le tragiche implicazioni per la salute di COVID-19, gli esperti sostengono che probabilmente ci sarà una recessione globale.

(https://forbes.it/2020/03/16/coronavirus-effetti-economia-previsione-goldman-sachs/)

Bloccare città, paesi, business e catene di approvvigionamento ha come “normale” conseguenza quella di bloccare l’economia di tutti. Pensa alla fila che si forma in autostrada quando un’auto si rompe ed ogni auto dietro si deve fermare. Ci vuole tempo per far ripartire il traffico alla stessa velocità di prima.

A medio-lungo termine pero’ **lo scenario è pronto per una crescita senza precedenti,** perché dall’altro lato di questa crisi, le fondamenta sono solide:

  1. La generazione dei Millenials sta facendo passi da gigante in questo decennio (e ce ne sono molti).
  2. I boomers sono in pensione semi e totale e hanno più ricchezza di qualsiasi altra generazione nella storia (e hanno tutte le intenzioni per spenderla mentre sono in buona salute!).
  3. La tecnologia gioca a vantaggio delle aziende che ora hanno opportunità globali.
  4.  I governi del mondo stanno pompando miliardi nell’economia per far ripartire il volano.

scenario dopo coronavirus:

Immagina una grande molla che prima viene contratta, poi si espande in modo più rapido e violento di prima.

In questo decennio, secondo Daniel Priestley (che ha ispirato questo post) ci sarà per molti imprenditori e professionisti, una nuova e ruggente crescita come negli anni ‘20. Alcune aziende saranno disorientate, altre cadranno, creando opportunità ovunque per le piccole imprese.

Dopo la crisi finanziaria del 2008, abbiamo visto la nascita di dozzine e dozzine di nuovissime aziende multimiliardarie (Instagram, WhatsApp, Uber, Airbnb, Dropbox, Slack, ecc.). Tutti business avviati da giovani che molto probabilmente non avrebbero avuto questa opportunità se non fosse stato per la recessione precedente.

Vedremo di nuovo questo tipo di attività, come negli anni ’20, perché le recessioni possono anche portare a re-investimenti e re-invenzioni.

Scenario dopo coronavirus: È necessario che le aziende rivedano i propri modelli di business

Le aziende e attività che cercheranno di rimanere se stesse, verranno masticate e sputate (come è successo a Blockbuster, Toys”R”Us, Phones4U), mentre le aziende che si reinventeranno avranno grandi successi (Netflix, Disney, Apple, Microsoft).

Le piccole Aziende hanno un vantaggio, sono più agili:

In molti casi, le piccole imprese possono modificare agilmente i loro processi, le loro strategie diventando **scintille luminose che volano in alto** dopo una recessione.

Qualsiasi cosa tu abbia oggi avrà un aspetto diverso dall’altra parte di questo periodo storico.

Un altro possibile  scenario nel breve periodo.

ci sarà una gran pulizia del mercato globale dei piccoli e traballanti è solo i più forti rimarranno e prosperano.

Il punto è che L’Italia fa parte di quei traballanti.

Chi ne risentirà molto sono i settori travel e turistici:

Personalmente con un business eccellente per quanto riguarda il momento del crack e per quanto positivo di pensiero nel nostro modo di vivere e lavorare le aziende non possono resistere un’altra settimana senza liquidità e parlo di mangiare non di investimento business etc…

Chi è nel settore turistico e le contromisure che ad oggi il governo da come soluzione non esistono. Per quanto sono sicuro tutto sarà più grande e bello dopo “oggi” io sono chiuso e verosimilmente entro fine mese non esisterò più come attività di piccolo imprenditore. Il sentimento oggi è per molte aziende del settore turismo quello di essere tradite dallo stato.

Quello che mi auguro come soluzione (temporanea) sono alcune misure del governo per stimolare il consumo interno in settori come il turismo non appena la situazione sanitaria lo permetterà chiaramente.

Detassazioni e incentivi a visitare il nostro Bel Paese anziché portare all’estero i nostri ‘denari. Non sono un sostenitore del protezionismo economico normalmente, ma questa è una situazione straordinaria e credo sia il caso di agire con misure straordinarie.

Posted in Magazine.