Converse, la storia di un mito.

Converse Ruberr Shoe Company. Storia del Brand Converse All Star

converse_fabrica-storia-brandQuella di Marquis M. Converse è un’azienda statunitense che produce calzature dagli inizi del Novecento. Fu fondata da Marquis M. Converse nel 1908 a Malden in Massachusetts con il nome di Converse Ruberr Shoe Company.

Il prodotto più famoso dell’azienda è il modello All Star Converse, ideate nel 1923 da Chuck Taylor, un giocatore di basket professionista, per migliorare il suo gioco.

Nel 1917 nasce la prima Converse All-Stars.

La sneakers presentava una suola di gomma spessa ed una struttura in tela nera che abbracciava l’intera caviglia. Nonostante gli sforzi del fondatore per creare una scarpa adatta ai giocatoti di basket, la calzatura non ebbe subito un grande successo.
La fama arriva quando il noto giocatore Chuck Taylor, innamoratosi del confort di queste sneakers, ne promuove le doti in tutto il paese. Chuck apprezzava così tanto queste scarpe che si recava personalmente in azienda per acquistarle e migliorare il modello in base alle sue necessità.

Il cestista Chuck Taylor in azione

Il cestista Chuck Taylor in azione

La fortuna di Chuck Taylor fa si che le Converse All-Stars diventino la scarpa più usata nel mondo del basket tanto che nel 1922 fa pubblicare il primo Converse Basketball Yearbook.

A questo link trovate le Converse ai prezzi più convenienti del Web… Amazon

Il Marchio di Converse che integra la firma di Chuck Taylor

Il Marchio di Converse che integra la firma di Chuck Taylor

L’annuario raccoglie tutte le foto ed interviste dei giocatori di basket che indossavano le ormai famosissime Convers All-Star, in modo da far vedere al mondo quali fossero le scarpe dei campioni.
Il contributo di Chuck Taylor è così notevole che nel 1932 l’azienda decide in imprimere il suo nome sul patch della scarpa.

Converse All Star, un brand Preso in prestito dalle culture alternative

Negli anni sessanta, settanta e ottanta andavano di moda nel mondo della musica, infatti molti musicisti e cantanti di gruppi rock indossavano

Le più famose band rock mettono ai loro piedi le Converse, in questa foto i Ramones

Le più famose band rock mettono ai loro piedi le Converse, in questa foto i Ramones

Queste scarpe si sono diffuse anche tra il pubblico di massa.

Dagli anni novanta sono tornate molto popolari, anche grazie alla scelta dell’azienda di produrre numerosissime variazioni sul tema, cambiando colori, materiali e forma delle scarpe originali.

La strategia vincente del marketing musicale di Converse risiede nell’aver visto i loro core consumer, i musicisti, non soltanto come acquirenti ma come dei media stessi. Supportare gli artisti si è rivelata essere una strategia vincente proprio perché ha fatto leva su una promozione molto “genuina” basata sul ruolo che Converse ha avuto nel lanciare le loro carriere. In 4 anni, grazie a questa iniziativa, i fan di facebook del marchio sono aumentati da 6 a 40 milioni.

Nel 1985, Converse ha creato un nuovo modello di scarpa da basket: The Weapon, prodotta in molte combinazioni di colori per adattarsi alle divise delle squadre, ad esempio giallo/viola per i giocatori sponsorizzati Converse della franchigia NBA Los Angeles Lakers, e disponibile sia in versione “high-top” che “low cut”. Nel 2003 è uscita la nuova edizione: The Loaded Weapon.
E grazie all’enorme popolarità raggiunta, le All Star hanno anche vestito i piedi di alcuni dei più amati personaggi di fantasia, come Marty McFly, Harry Potter e Rocky Balboa. Per assumere poi una connotazione quasi rivoluzionaria ai piedi di Kurt Cobain.

Nel 1992 sposta la produzione in Asia e perde l’etichetta di Made in USA. Ciò lascia spazio alle imitazioni ed è uno dei motivi che conduce l’azienda al fallimento nel 2001. Dal 9 luglio 2003 il marchio Converse è stato acquisito dalla Nike per 305 milioni di dollari, e le All-Stars sono state rilanciate come fenomeno di moda producendo moltissimi nuovi modelli con colori e disegni di vario tipo.

Nonostante il successo, la concorrenza è spietata e nel 2001 la Converse Ruberr Shoe Company si trova sull’orlo del fallimento.

A “salvare” questo colosso, per così dire, è la Nike che incorpora il brand acquistandolo per la cifra di 305 milioni di dollari.
Si stima che ne siano stati venduti quasi 800 milioni di Chuck Taylor e nonostante vengano proposti innumerevoli modelli con fantasie accattivanti, borchie, pelliccia, e doppio gambale, le classiche disegnate dal campione del basket Chuck Taylor in versione bianca o nera, rimangono un cult senza tempo, forse le All-Star sono le sneakers più famose in tutto il mondo.

Il marchio Converse, a livello grafico subisce diversi restyling nel tempo:

converse-storia-brand

Alcuni restyling subiti nel tempo dal marchio

 

Oggi Converse rimane un top brand. Nonostante non sia un scarpa “tecnica” viene usata dagli skateboarder più stilosi ed alternativi, come testimonia questo particolarissimo video di skateboard girato a New York.

Come mai le Converse All Star siano riuscite a sopravvivere e a prosperare così a lungo è difficile dirlo. Sicuramente hanno influito ottime decisione di business e azzeccate scelte di marketing: l’azienda rilancia continuamente nuovi modelli e questo sicuramente fa in modo che ognuno possa sempre individuare il proprio stile.

A questo link trovate le Converse ai prezzi più convenienti del Web… Amazon

Una campagna marketing dove artisti famosi personalizzano la famosa Chuck Taylor

Una campagna marketing dove artisti famosi personalizzano la famosa Chuck Taylor

Una scarpa che si reinventa costantemente, infatti, non può lasciare indifferenti ed è giusto che un prodotto così autentico venga celebrato con una campagna così importante come Made By You: una campagna di marketing realizzata in alcune delle più importanti città del mondo celebra la scarpa più amata di sempre con gli artisti che dipingono la scarpa nei modi più originali.
Già qualche anno prima ci fu la campagna di tipo “Guerrilla” il cui tema principale della campagna era «Just Add Color» sono i colori e la street art. Alcuni artisti hanno contribuito alla decorazione di strade, muri, facciate di palazzi e scale attraverso la realizzazione di veri e proprio “Graffiti”. Queste creazioni sono state realizzate nelle vie dello shopping, della vita notturna e nelle aree universitarie, per colpire un target giovane e trendy.

Il direct marketing di Converse è molto ingegnoso:
con La Convers Bride Collection, nel 2013, due modelli di Chuck Taylor vengono creati in esclusiva insieme a Julia Golledenzon per le future spose, è stata lanciata grazie a un’abile azione di direct marketing che ha coinvolto le più note fashion blogger brasiliane che si sono viste recapitare un pacco veramente speciale.
Per loro Converse ha infatti creato una perfetta miniatura di uno dei due modelli di sneackers da sposa, lo ha traformato in un portachiavi che a sua volta, grazie al packaging, ha assunto la forma di una fede nuziale.

A questo link trovate le Converse ai prezzi più convenienti del Web… Amazon

Quando Michael Jordan Venne comprato da Nike…
Jordan racconta di non essere mai stato particolarmente attratto da Nike e dalle sue scarpe, anzi, di non averle proprio mai indossate prima di firmare il contratto. Si considerava più “un tipo da Adidas o Converse”, che a quel tempo erano le marche che andavano per la maggiore nel basket. In quel periodo Nike aveva già sotto contratto diversi giocatori importanti, come George “The Iceman” Gervin e Truck Robinson, eppure Nike non era ancora associata al basket ma solo alla corsa: il marchio a cui ambire per i giocatori era piuttosto Converse, che vantava gente del calibro di Julius “Dr J” Erving. Ok adesso che Converse è proprietà di Nike, il problema è superato, ma negli anni 80 avere Jordan come Testimonial di punta, beh il resto lo potete capire da soli.

Posted in Brand Story.