Come diventare popolari su YouTube

DISCLAIMER: questa breve guida che segue è frutto di ragionamenti derivanti dai molti  video e canali che ho guardato e studiato.

▶️ Ovvio: su YouTube è necessario specializzarsi

Solitamente i video che guardo su YouTube appartengono a queste 6 categorie:

1️⃣Business
2️⃣Vlog
3️⃣Travel
4️⃣Fitness
5️⃣Fotografia e Video
6️⃣Tech

Provate ad immaginare i vostri canali YouTube preferiti, sono sicuro al 100% che ogni canale è super specializzato in qualcosa, anche se a volte può non sembrare apparentemente

Mmmm…

Ora facciamo questo giochetto…

Se ti dicessi Andrea Galeazzi? –> Telefonia

Se ti dicessi FaviJ? –> Videogiochi

Se ti dicessi Il Santone dello Svapo? –> Sigarette Elettroniche

Se ti dicessi GaryVee? –> Business/Motivational

Se ti dicessi Charles Ngo –> Affiliate Marketing

Se ti dicessi Luca Mastella? –> Come essere un Robot che non dorme la notte

Insomma, avete capito, ogni ragazzo menzionato ha creato la propria nicchia e sforna contenuti come una catena di montaggio per nutrire i propri fan, rimanendo focalizzato.

Ecco perché siamo pronti per enunciare la prima regola…

1️⃣ DEFINISCI LA TUA NICCHIA
/Descrizione/
Abbiamo capito quindi che se vogliamo trovare un pubblico dobbiamo rivolgerci ad una specifica cerchia di persone, ripetiamo ancora una volta “Se vuoi piacere a tutti, probabilmente non piacerai a nessuno”.

Ma come possiamo Trovare la nostra nicchia?

Ho buttato giù un po’ di idee e sono arrivato a questa conclusione:

“Dobbiamo necessariamente essere appassionati o trovare qualcosa a cui potremmo appassionarci”

Questa è una regola fondamentale: Creare video, girarli, montarli e ripetere questo tipo di azioni all’infinito non è facile se all’inizio facciamo tutto da soli dunque è necessario amare quello che facciamo.

HOW-TO in maniera pratica?

1° – Prendiamo un foglio
2° – Scriviamo più idee di quello che ci appassiona e che potrebbe avere un seguito
3° – Incrociamo queste idee per crearne una sola

Per osservare un esempio pratico, vi mostro il mio caso personale.

Cosa mi appassiona?

Marketing
Business
Crescita Personale
✈️Viaggi
‍♀Sport
Cibo (Mangiare, non cucinare)
Vlog

Bene, per come sono fatto posso spaziare fra questi campi, il resto non mi interessa o almeno non mi interessa a tal punto da definirmi un appassionato.

L’azione di scrivere quello che ci interessa ci permette di eliminare i primi dubbi che bloccano la nostra locomotiva interiore del “DO-IT”

Dopo aver scritto le cose che mi appassionano cerco di capire quelle che potrebbero avere un seguito su YouTube.

Nel mio caso, so perfettamente che tutti gli argomenti citati hanno un seguito, se non ne sono certo, faccio delle ricerche su YouTube per guardare la situazione a 360°.

Quello che devo fare adesso è cercare di impacchettare questi miei interessi in un unico involucro, come si fa?

Basta scegliere gli argomenti CARDINE, immaginiamoli come una categoria di WordPress, e gli altri sono delle sottocategorie, un po’ come l’olio e l’aceto nell’insalata.

Per esempio i miei argomenti Cardine potrebbero essere Business e Marketing

Quindi potrei creare un Canale YouTube dove parlare solo ed esclusivmente di Business e Marketing, ma sarebbe noioso, come ho scritto a me piacciono anche altre cose, quindi perché non implementarle?

ATTENZIONE: Avere più interessi non significa dover far video sui vari argomenti come nel mio caso Viaggi, Cibo, Sport, perderei il Focus.

SUPER IMPORTANTE: Bisogna sempre rimanere Focalizzati sugli argomenti principali e sfruttare quelli di contorno per alleggerire i contenuti importanti.

Gli argomenti di contorno sono importantissimi e da non sottovalutare, uno potrebbe pensare che non essendo la Mission del canale non abbiano senso.

Invece il senso ce l’hanno!

Questi contenuti hanno vari benefici, come ho detto prima servono per alleggerire quelli principali e in più…

“Fare da Lead Magnet per la mission del canale”

Vi faccio un esempio molto pratico…

Luca ha da poco iniziato a bombardare Instagram di contenuti spaziali riguardanti il Marketing e il Business.
Quello che Luca fa e a me sinceramente piacerebbe vedere più spesso è condividere la sua vita fuori dal Marketing, per un semplice motivo:

Immaginiamo che Luca domani apra un Canale YouTube… come molti sanno lui è un cestista professionista.

Condividendo video di Basket potrebbe far incuriosire gli appassionati di Basket a quello che è il suo lavoro di Imprenditore e Marketer, sono sicuro che nel mondo c’è qualcun altro che è sia interessato al Basket che al Business

Immaginate questo titolo:

“BEST MARKETING TACTICS IN 2018”

Sarebbe più stimolante apprendere lo stesso tipo di concetto con Luca che si riprende in una stanza o magari in un campo di Basket a Sidney, dove ogni tanto inquadra i ragazzi che giocano?

Non so voi…ma io preferisco di gran lunga la seconda

Torniamo a noi.

Gli argomenti di contorno servono per aumentare il valore percepito di quelli principali.

Nel mio caso ad esempio, potrei:

✅ Vloggare mentre parlo di Funnel
✅ Potrei fare dei video mentre vado a correre e parlo di Marketing, fra una scena e l’altra riprendo la mia attività sportiva
✅ Posso andare a cenare in un Pub e fare un video riguardante i nuovi trend di Marketing del 2018
✅ Posso pubblicare un video di una mia vacanza in Egitto mentre parlo di Business e ogni tanto faccio vedere le piramidi.

In questo modo verrò identificato come uno che ne capisce di marketing e business la cui vita però è anche viaggi, cibo e sport.

E ricordiamoci che le persone si rompono le scatole a guardare solo contenuti tecnici, quindi per me questo è un ottimo modo per risultare attrattivi
______________________________________________________________

2️⃣ CALENDARIO

Spostiamoci adesso alla parte pratica.

Per chi l’avesse visto, ricordate quello che dice GaryVee?

Attenzione, attenzione e attenzione

Se vogliamo essere considerati, dobbiamo catturare l’attenzione della gente.

Per far questo dobbiamo pubblicare il più possibile e su tutti i canali di comunicazione.

Creare video, come ho già detto, è tutt’altro che facile, quindi magari all’inizio prefiggiamoci 2 date settimanali nelle quali sforniamo il nostro video su YouTube

Con il tempo, quando diventeremo più bravi cercheremo di aumentare la frequenza di pubblicazione.

Decidiamo ad esempio che il martedì e il sabato pubblicheremo su YouTube, questa deve diventare un’abitudine.

Spesso dicono che il tempo necessario per instaurare un’abitudine sono 21 giorni, chissà, noi lavoriamo e ci impegniamo a prescindere
______________________________________________________________

3️⃣ SETUP

Veniamo alla scelta del Setup video, vi dirò quello che preferisco personalmente.

A me piacciono i video uniformi, con lo stesso tipo di inquadratura e color correction.

Mi piace molto l’effetto del 10-18

In ogni caso, potete filmare tranquillamente con un Cellulare, (ho visto alcuni video realizzati con iPhone X e…WoW)

Come colorazione preferisco i video leggermente desaturati con alcuni colori che spiccano, come l’arancione.

______________________________________________________________

4️⃣ MARKETING

No Marketing, no Party disse qualcuno.

La verità è che la competizione su YouTube è spaziale e la crescita organica è davvero tosta.

Ecco perché dobbiamo strutturare una strategia di Marketing che ci possa permettere di Rankare in maniera meno dolorosa.

Da dove partiamo?

Parleremo in un secondo momento di ads, ma adesso voglio concentrarmi su un’altro aspetto:

Gli YouTuber già affermati

PS: Ragazzi, in questo post sto parlando e spiegandovi esattamente quello che farei io, senza alcun tipo di segreto, con trasparenza totale.

Gli YouTuber italiani, diciamo i “Big” si conoscono tutti e molti di loro sono di Milano e dintorni.

Organizzano spesso degli eventi nei quali si conoscono e fanno Networking.

Questa cosa è più potente di un qualsiasi tipo di Ads

Dobbiamo cercare di stringere dei rapporti con qualche YouTuber importante, non è facile, ma basta volerlo.

Quello che farei personalmente è contattare uno YouTuber che mi interessa inviando un video di me stesso mentre parlo, dicendo che mi piacerebbe prendere un caffè per conoscerci.

Ricordiamoci di essere uomini di Marketing e spesso gli YouTuber di Marketing non sanno niente

Possiamo utilizzare questa leva per poter stringere delle collaborazioni.

Da cosa nasce cosa e magari potremmo far un video insieme a loro nel quale sponsorizzano il nostro canale.

L’altra cosa che farei, come vi ho detto è quella di partecipare agli eventi di Networking.

Alla fine quindi, bisogna entrare nel giro e una volta che ci sei dentro è tutto più facile.

Come dice il libro “Contagious” che vi consiglio, si genererà un “Passaparola Istantaneo” che dovremo cercare di trasformare in “Costante” entrando sempre più in empatia con questo mondo.

______________________________________________________________

Okay, abbiamo parlato di Networking, ma se volessimo utilizzare gli strumenti che come Digital Marketers abbiamo a disposizione che cosa potremmo fare?

Quello che farei è ragionare come se il mio FLAG PRODUCT, (questo ve lo spiega Luca in Funnel Secrets) sia il mio Canale YouTube

L’obiettivo che vorrei raggiungere è quello di possedere il mio traffico

Quello che gli YouTuber devono ancora capire è che se la piattaforma domani chiudesse, loro resterebbero non con il culo per terra, ma di più.

Non puoi vivere nella speranza, devi avere delle certezze, il traffico per quanto mi riguarda lo voglio possedere o almeno cercare di possederne il più possibile.

IMPORTANTE: Farei passare gli utenti da un’optin la cui CTA (call to action) deve corrispondere alla mission del mio canale:
______________________________________________________________
Se parlo di pesca subacquea la mia CTA Potrebbe essere

“Accedendo, riceverai periodicamente tips e strategie per pescare in apnea”
______________________________________________________________
Se parlo di Cucina

“Accedendo, riceverai gratuitamente videoricette da preparare al volo quando non hai tempo di cucinare”
______________________________________________________________
Se parlo di Design

“Accedendo, riceverai gratuitamente tips, strategie e contenuti avanzati per diventare un designer”
______________________________________________________________

Questi sono giusto degli esempi.

Dopo aver creato l’optin page, impostiamo uno split test con Google Optimize.

Dopo che l’utente ha fatto Opt in rimandiamo il tutto NON direttamente al canale YouTube ma ad una pagina di ringraziamento nella quale andremo a posizionare un bottone con un REF URL creato con ManyChat.

Ringraziamo l’utente e diciamo che abbiamo già un contenuto per lui, di cliccare il bottone per vederlo.

A questo punto si apre il bot, noi ci presentiamo e diciamo all’utente, ecco, questo è un contenuto che potrebbe interessarti e taaac lo spariamo su YouTube.

In questo modo possederemo:
Email
BOT

Purtroppo non possiamo costringere l’utente a seguirci su YouTube, ma possiamo avvisarlo quando pubblicheremo un nuovo contenuto, nella speranza di piacergli e quindi di ottenere un nuovo iscritto.

Dopo aver fatto questo spingiamo a bomba con le Facebook Ads
______________________________________________________________

Altre fonti:

Vediamo di scendere più nel dettaglio delle fonti di traffico per capire come poter martellare adeguatamente l’utente per…come dice Dario, diventare la serie TV preferita dei nostri followers.

Andiamo per ordine e cerchiamo di riassumere la strategia di Advertising,

1° FONTE: FACEBOOK

1️⃣ Facebook ads–>Optin–>TAG: Facebook Ads–>TYP (Pixel – Custom Audience TYP)
2️⃣ Retargeting Funnel Ads Evergreen su –> Custom Audience TYP–>redirect–>1° Video YouTube presentazione.
______________________________________________________________

2° FONTE: YOUTUBE ADS

Visto che siamo su YouTube, perché non utilizzare YouTube stesso come canale di Advertising?

1️⃣ Per fare ads con YouTube dobbiamo utilizzare Adwords, se non sapete come fare basta che digitate su Google e studiare:

“Annunci Video Su YouTube”

Annuncio–>Optin (diverso da quello precedente che deve essere duplicato)–>TAG: YouTube Ads–>TYP (Pixel Facebook – Custom Audience TYP).

In questo modo potremo fare retargeting su Facebook anche del traffico proveniente da YouTube ads.

2️⃣ Retargeting YouTube: Dopo aver quindi collegato il vostro account YouTube ad Adwords possiamo creare delle campagne di retargeting basate su azione come: iscrizione a un canale, commentato un video, visitato la pagina di un canale, visto un video di un canale, visto un video Pubblicitario ecc ecc..

Ad esempio una cosa figa che si potrebbe fare è Mostrare un annuncio su YouTube, dove parlate dell’argomento X con la CTA all’optin per possedere il traffico.

Dopo che l’utente fa optin, potete impostare un retargeting utilizzando la custom audience della TYP e ad esempio ringraziare l’utente con un video ads su Facebook.

Oppure potete fare anche il contrario, se la fonte principale è Facebook, dopo l’optin, mediante il Pixel di Google Adwords potete impostare il Retargeting su YouTube ringraziando l’utente e presentando il canale.

Per far questo dovete andare in Video Targeting–>Remarketing–>Video Remarketing List–>Adwords Remarketing List.

Oppure se avete un blog, impostre un retargeting magari dopo che un utente ha letto un determinato articolo.
______________________________________________________________

10

Personalmente utilizzerei delle storie sponsorizzate con swipe up all’optin page dove taggheremo l’utente con TAG: INSTAGRAM ADS

Tutti i tag impostati, ci permetteranno di avere un’idea generica della provenienza dei nostri Lead su Active Campaign.
______________________________________________________________

Queste erano alcune idee pubblicitarie, l’ideale sarebbe far un brainstorming e analizzare quante più strategie di ads possibili da combinare e poi scegliere quella che più ci intriga.

Dopodiché misuriamo i risultati e splittiamo con altre configurazioni fino a trovare la quadra.

Nel frattempo ricordiamoci di poter comunicare con Email e Bot quando ci sembra opportuno.

Quanti YouTuber conosci che usano email e bot per educarti al proprio sistema di credenze?

Posted in Come si fa?, Funnell Marketing, Strategie e risorse.