43 Punti che fanno di un semplice Marketer, un vero Funnel Marketer Expert! Check the list:

Quasi tutto quello che deve sapere un Funnel Marketer per ritenersi tale.

Questo articolo verrà modificato periodicamente, ad ogni punto verrà aggiunto un link ad un articolo di approfondimento.
Buona lettura

1. CVO Customer Value Optimization > CRO Conversion Rate Optimization

2. Migliora la RELAZIONE con i clienti per aumentare REVENUE future

3. Segui Kevin Kelly

4. Segui Tim Ferriss

5. Segui Ramit Sethi

6. Meglio avere 1000 TRUE FAN che spendono 100€/anno per fare 100K

7. Un cliente che si lamenta se aiutato diventerà uno dei nostri migliori clienti

8. Un utente FIDELIZZATO vale in media 10 volte l’importo del suo primo acquisto

9. Concentrati su CHI PUOI AIUTARE e fatti pagare MOLTO per questo

10. Crea una nicchia che si adatti al 100% a quello che sai fare meglio, li non avrai competitor…almeno per un po’

11. Puoi creare una NICCHIA combinando tra loro due mercati esistenti

12. Fai Reverse Engineering dei FUNNEL dei tuoi competitor

13. Adotta il Ryan Levesque Survey (fase di PRE-PRE-LANCIO) per capire dal potenziale cliente cosa gli serve

14. Usa gli UTM Parameters

15. Ryan Deiss distingue il Traffico che non possiedi (controllato e non controllato) dal Traffico che possiedi

16. Un Lead Magnet converte Traffico che non possediamo in Traffico che possiedi

17. Un Lead Magnet deve essere veloce da consumare e deve dare valore, ovvero deve far risparmiare tempo e fatica

18. Leggi Influence di Robert Cialdini

19. Acquisisci il cliente più di una volta, tramite una serie di step che lo aggancino a più canali

20. Crea un TRIPWIRE per offrire qualcosa legato al tuo Prodotto o Servizio CORE/Lead Magnet come oggetto aggiuntivo, proponendo un offerta irrinunciabile per aumentare TRUST e INTERESSE

21. “The money is in the list” non è più così vero, infatti “More money are in the relationship”: instaura un DIALOGO con i tuoi clienti

22. Aiuta tutti i tuoi potenziali clienti prima che ci sia uno scambio di denaro

23. Se sei per strada e hai bisogno di aiuto non dovresti urlare “aiuto” ai passanti perché molti non ti considererebbero pensando che lo farà qualcun’ altro; piuttosto prendi una persona in particolare e chiedi aiuto a lei, che si sentirà incaricata del ruolo di soccorritore; applica questo ai tuoi clienti

24. Fai fare degli sforzi molto piccoli ai tuoi potenziali clienti e aumentali in modo progressivo perché far cambiare le loro abitudini è un percorso graduale

25. Usa i TRIGGER PSCICOLOGICI: Urgenza, Social Proof, Community, Attesa, Scarsità, Reciprocità, Trust, Likeability

26. Jeff Walker definisce 4 fasi del lancio di un prodotto/business: PRE-PRE-LANCIO, PRE-LANCIO, LANCIO, POST LANCIO; fare un ottimo pre-pre-lancio e pre lancio porterà gli utenti alla fase di lancio già convinti di acquistare, perché avremmo già dato loro tutto il valore e le informazioni necessarie a creare autorità e trust

27. COFFEE OFFER: per dare all’utente la chance di vedere tutto il contenuto legato ad un tuo corso ad esempio, chiedendo di lasciare i suoi dati e di pagare solo 1€; se il nostro prodotto è di valore (come dovrebbe sempre essere) lui lo percepirà e attiverà l’abbonamento a prezzo pieno in futuro

28. Avere prodotti BACK-END aumenta il tuo fatturato, quindi il tuo Funnel non dovrebbe fermarsi alla Front-end: usa sempre Upsell, Cross sell, Upgrade

29. Nir Eyal spiega la “Door in the face” Offer: è l’offerta esagerata che porta ad un no quasi certo, che però apre la chance di ricevere un si ad un offerta successiva più congrua; può servire a precedere il nostro Upsell

30. Usa SamCart per creare Checkout Page e Upsell per business online

31. Un buon Funnel: Lead Magnet gratis + Tripwire prodotto scontato del 50% + Offerta Bump + Backend Upsell + Coffee Offer per accesso gratuito a contenuto che passerà a pagamento + Thank You Page

32. Un esempio pratico: Report 20 pagine come Lead Magnet per ottenere una Email, primo prodotto a pagamento da 7€ (ad esempio un Video Corso), offerta del prodotto principale per 100€, Upsell con Workshop dal vivo da 300€ (solo per chi ha acquistato prodotto principale)

33. Pensa alla tua FUNNEL CHAIN per collegare tutti i Funnel in un unico grande Funnel per convertire più volte i nostri fan: crea una sequenza automatica di Email, SEGMENTA gli utenti facendoli interagire con le Email, parla con loro in maniera personalizzata

34. Fai attenzione alle Vanity Metrics, è importante scegliere dei GOAL e associare a questi delle azioni misurabili; un Tool utile per capire quanta % delle tue pagine online i tuoi utenti “scrollano” prima di abbandonare: Scroll Tracking di Bounteous

35. Fai A/B test quando hai ben chiaro che cosa vuoi migliorare: un altro Tool utile è VWO, ma anche Google Optimize (completamente gratuito)

36. La FREE TRIAL EXTENSION può servire per chiedere di lasciare la propria Carta di Credito (quando abbiamo scelto di non chiederla in fase di registrazione) in cambio di un’estensione della durata della Prova Gratuita

37. In una fase di pre-lancio è molto utile produrre una DEMO di cosa andremo ad offrire ai nostri potenziali clienti

38. Quando crei un BOT non trattarlo come se stessi creando una Email inserendo blocchi di testo molto lunghi, cerca di essere più breve, spezza i blocchi e utilizza delle icone per creare più interazione costringendo l’utente a fare delle azioni

39. Se hai un business fisico e locale non pensare solo a come portarlo online, concentrati anche sul percorso che i tuoi clienti potrebbero fare prima e dopo aver consumato il tuo servizio/prodotto

40. Non preoccuparti di quante Email mandi alle tue liste, preoccupati di DARE VALORE prima e dopo il lancio perché questo farà la differenza tra risultare stressante oppure utile

41. Per tracciare in modo corretto il CONVERSION RATE fai 2 distinzioni: Traffico Paid/Organico (2 Landing Page) e Utenti che hanno già acquistato/Primo acquisto (2 Landing Page)

42. Competi il meno possibile sul prezzo, non vince il meno costoso ma chi da maggior valore

43. La prima cosa da ottimizzare in un Funnel sono i CLIFF POINT, ovvero le fasi di maggiore perdita di clienti tra uno step e l’altro

Posted in Funnell Marketing, Marketing.