30 Minuti di Call, come ho svoltato dei business con una telefonata.

I più giovani non riconosceranno le immagini del celebre spot pubblicitario realizzato dall’agenzia di Armando Testa in favore di Sip (futura Telecom). Con Alessandro D’Alatri alla regia e Massimo Lopez attore protagonista.

In questo articolo voglio farvi scoprire, sinteticamente, cosa mi è stato chiesto e come ho potuto dare una svolta a dei business e a degli imprenditori che si erano arenati o che avevano perso la bussola.

Hanno approfittato della mia consulenza business, quella basic da 30 minuti di call, qui ti spiego come funziona.

Alcuni esempi pratici:

Come impostare un funnel:

cliente: Centro estetico Milano Centro
– un Funnel B2B per Member Magnet
– verifica ChatBot
– sequenza Matrix Email

Approccio umano al cliente post acquisito:

cliente: scuola privata, diploma per adulti.
Discutere dell’approccio umano con cui ci si dedica all’acquisizione dei clienti,cercando di riuscire a trasformarli in true fan a cui tieni (non solo per il fattore economico)
Ciò che si vuole costruire con quei true fan nella propria carriera e al tempo stesso nella vita, naturalmente cencando di capire la mentalità con cui bisognerebbe procedere e non troppo nello specifico cio che si vuole fare.

Impostazione di un funnel

Cliente EX campione italiano di Mountain Bike
Impostazione di un funnel per vendere un video corso completo di ciclismo su strada e mtb ( allenamenti, gare, mindset ).

Approfondimento self-disclosure

cliente: editore di manuali per seduzione.
Chiacchierata di 30 minuti semplicemente per conoscerci più profondamente per creare una relazione più profonda (non fraintendermi 😅)
Mi sono state poste domande che stimolino la self-disclosure, ovvero ciò che fa progredire una relazione.

La self-disclosure è ciò che trasforma una semplice relazione professionale o di sola conoscenza in un’amicizia più profonda.
Mi è capitato più volte di sbronzarmi con persone che erano solamente amici superficiali, parlare per ore del senso della vita e ritrovarsi il giorno dopo ad avere un legame molto più profondo.
Penso che sia per questo che in certe culture ci si ubriachi prima di fare affari… perché l’alcool alimenta la self-disclosure e fa progredire la relazione.
E’ stato dimostrato secondo alcuni studi che una gamma di domande fatte in un primo appuntamento creino un legame profondissimo, quasi di innamoramento.
Semplicemente sono domande che stimolano la self-disclosure e accelerano gli step del modello relazionale.
Che un po’ è quello che succede ai Marketers Team Party, mettete tutto il team in una casa per 3 giorni a bere, cucinare e fare attività insieme e ciò crea momenti di self-disclosure fra i membri.
Il mio contatto vi ha scritto un intero capitolo nel suo nuovo manuale.

Lancio di un nuovo corso online

Cliente: scuola di lingue
Abbiamo parlato di una possibile strategia per il lancio di un corso online per docenti di inglese per bambini nel mercato spagnolo. Sfruttando il personal branding di un ex personaggio televisivo italiano che l’ha creato, gli ho spiegato come si fa un primo lancio a “freddo” e di un successivo lancio a una community fidelizzata, creata nel tempo.

Chiacchierata generica

Cliente: imprenditore tessile
Ecco come ha utilizzato i suoi 30 minuti:
– conoscere gli errori che mi hanno insegnato di più
– quali sono i fattori che mi fanno scegliere se lavorare o meno con un’azienda
– chi sono o sono stati i miei mentor fondamentali fino ad oggi
– quale fosse il mio prossimo obiettivo/traguardo sfidante che volessi raggiungere ma che so di continuare a procrastinare perché mi farebbe uscire dalla zona di comfort.

Da prodotto a lifestyle.

Cliente: imprenditore moda/abbigliamento
Come definire una proposta valoriale attorno ad un prodotto, creare fedeltà di brand e aumentare il customer lifetime value. In particolare, abbiamo fatto una chiacchierata su come ingegnerizzare il passaggio da caratteristiche tangibili a valori intangibili e come utilizzare i dati e le automazioni per identificare le differenze culturali, in ottica di internazionalizzazione.

Come sviluppare un funnel nel settore “edilizia”

Cliente: imprenditore edile
– Mi ha evidenziato come rispetto altre attività, l’edilizia in Italia è molto lenta quasi statica (per vendere un prodotto possono volerci anche 6-8 mesi), comunicano ancora in modo tecnologicamente poco evoluto,… mi chiede come il digitale potrebbe essere un modo di comunicare che funziona in un settore poco dinamico.
– Gli ho spiegato quale sarebbe il modo più intelligente per promuovere prodotti dell’edilizia:
da quelli commercialmente più semplici, come prodotti “finiti” esempio: finestre, pannelli solari, apparecchi di ventilazione meccanica controllata per residenziale,…
a prodotti commercialmente più difficili da vendere, da convincere i tecnici (geom., arch.), esempio:
mattone A rispetto mattone B, teli posati in diversi strati per garantire la tenuta all’aria, oppure far capire il vantaggio di un sistema costruttivo rispetto ad un altro, sistemi di posa e materiali per risanamento energetico,…
Gli ho comunicato diverse idee e di come fosse necessario per lui un team per avvicinare le aziende importanti e proporre loro di investire in maniera consistente.

Questi sono solo alcune delle call che ho fatto ad oggi, per richiedere la tua call, visita questa pagina:

Servizio-di-consulenza-business

Posted in Case Study.