17. Ottenere traffico ed attenzione attraverso i social media

Lavorare con i social media è fattore determinante per far decollare il tuo business sul web.

Ora non voglio scoraggiarti, ma i social media sono un campo molto più complesso di quanto possa sembrare ai meno esperti.
Non temere: questo capitolo viene in tuo aiuto. Non importa quanto tu ne sappia in fatto di social media, dopo aver letto queste pagine sono sicuro che ne avrai una consapevolezza maggiore e li potrai padroneggiare con abilità.
Tramite i social hai la possibilità di interagire con clienti e potenziali tali di tutto il mondo, ma andiamo per step:

Costruisci e coinvolgi la tua comunità:

il più grande valore del social media marketing è la sua capacità di promuoversi e di relazionarsi con una vastissima cerchia di individui, obiettivo che è il motore che muove questo settorel senza questo scopo primario i social non avrebbero ragione di essere.

Immagina come un cliente acquisito o potenziale che sia ha qualcosa da dire sulla tua azienda o su di te, come per esempio comunicare un feedback, recensire un tuo prodotto o servizio, ora ha la possibilità di farlo. Dal canto vostro avrete la possibilità di rispondergli immediatamente mettendo voi ed il vostro business in buona luce (si spera) nei confronti di milioni di utenti. Oltre a questo tipo di comunicazione la tua abilità sarà quella di iniziare a costruire relazioni con i tuoi clienti. Queste relazioni sono ciò che fa si che i clienti si fidelizzino e tornino da te. Se i clienti diventano tuoi fan non faranno altro che aumentare la cosiddetta presenza word-of-mouth,

Il “word of mouth”, o passaparola, prende vita quando un consumatore scambia delle informazioni con un altro consumatore.
Il “word of mouth marketing” è basato sulle motivazioni da dare alle persone per parlare del vostro prodotto/servizio e favorirne la conversazione. Stiamo parlando del più potente strumento promozionale esistente che fa perno sulla fiducia e si appoggia necessariamente su una customer satisfaction reale e guadagnata, sulle effettive qualità di un prodotto o servizio, sul desiderio sincero delle persone di comunicare ad altri un’esperienza che le ha appagate.

tutto questo si traduce in risultati sorprendenti in termini di conversione.
Impegnati nella famosa costruzione di valore, condividendo il tuo know-how e ascoltando in maniera sincera la tua audience, elargendo consigli e supportando i tuoi clienti ed i tuoi follower, in questo modo chi ti segue avrà più fiducia nei tuoi confronti.
Non si tratta solo di marketing

Maggiore traffico = visibilità = Migliora la tua reputazione

Faccio premessa che se intendi lavorare con i social media, tutto parte dal tuo blog/sito web, se non ne hai uno vai a leggere il capitolo in cui spiego cosa è WordPress e quello che può fare.
Se ancora non hai un blog, ti invito caldamente a crearne uno.
Devi sapere che WordPress possiede tra la miriade di Plugin che mette a disposizione gratuitamente anche quello per fare il social sharing che ti permette di collegare facilmente il tuo blog ai più noti social.
Ad oggi i plugin social per WordPress sono migliorati enormemente negli anni, offrendo sempre di più una maggiore integrazione e controllo. Chi ha cominciato ad usarli in modo strategico ha visto da subito un aumento delle condivisioni dei propri contenuti, delle visite e delle conversioni.
Aprire il proprio blog al mondo dei social è il modo migliore per ridurre le barriere fra te e i tuoi visitatori riducendo quel gap fisico che per forza di cose esiste fra ogni blogger ed i suoi utenti. Ricordati sempre che più riuscirai ad essere “vicino” alla tua audience, più questa si allargherà.

Qui di seguito ti raccomando dei validi plugin per il CMS WordPress, da usare per incrementare in breve tempo la diffusione dei tuoi contenuti nella rete.

Share This Plugin

Ti offre un servizio di sharing facile e veloce che permetterà ai tuoi visitatori di condividere i contenuti su oltre 120 canali social diversi.  In questo plugin è integrata un’utilissima funzione di analisi e monitoraggio del traffico lo ritengo a pieno titolo uno tra i migliori plugin per fare social marketing con il tuo sito/blog.

Socialize
Permette di inserire i pulsanti dei vari Social, negli articoli del tuo blog, direttamente all’interno del contenuto (allineati a destra o a sinistra), oppure in un bow a fine articolo. Il plugin contiene anche diverse opzioni per la personalizzazione delle dimensioni dei pulsanti, per l’aggiunta di testi personalizzabili da mostrare vicino ai pulsanti, oltre che permetterti di customizzare lo sfondo ed il colore dei pulsanti.

Shareaholic
È un plugin che oltre a prevedere la condivisione social dei tuoi contenuti in maniera estremamente semplice, previa la semplice configurazione del plugin via dashboard dove è possibile cambiarne:
il tema, cioè come devono apparire i pulsanti
headline, ovvero la frase che deve apparire sopra i pulsanti
la posizione, in blocco o in linea con il testo
layout, orizzontale o verticale
la dimensione, tasti normali, piccoli o rettangolari
contatore delle condivisioni
allineamento, a sinistra, al centro, a destra

Ma quali sono i migliori social network per la comunicazione del tuo web based business?

Di social ne esistono davvero molti, io mi limiterò a parlarti dei migliori nonchè i più diffusi ed efficaci:
Facebook, Google+, LinkedIn, YouTube e Twitter e Pinterest.
Ma vediamo perchè:

Facebook
Quante ragioni servono per decidere di aprire una Pagina su questo social?

Ti bastano1,4 miliardi di utenti attivi ogni mese?
Come usare al meglio questo social:
il primo consiglio che ti do è:
impegnati a pubblicare e condividere dei video, delle foto e dei contenuti; cerca di essere molto attivo; per esserlo, i tuoi contenuti devono spingere l’utente come minimo mettere un “Mi Piace“, oltre che fermarsi, leggere, vedere video e condivide. Per ottenere questi risultati i tuoi contenuti devono inevitabilmente suscitare emozione, non importa che sia divertimento, disprezzo o Interesse.
Ovviamente il “divertimento” è quello più auspicabile da avere ed è quello che ti consiglio, la tua bravurà deve essere quella di riuscire a collegare ai contenuti il tuo messaggio, insomma quello che tu vuoi che arrivi al fruitore del video.
Cerca di coinvolgere l’utente creando un’esperienza che in qualche modo egli possa ricordare, che vada oltre il semplice messaggio promozionale, quindi aggiungi riflessioni, consigli che invitino l’utente a fare delle reply.
Anche un commento sul perché è stato scelta una location piuttosto che un’altra può far parlare del tuo video.
Aggiungi ai tuoi aggiornamenti delle foto in modo creativo, tra gli aggiornamenti di stato delle pagine dei tuoi fan, pubblica una foto associata ad un testo, questo risulta essere molto più efficace di quanto non avvenga con un semplice link meramente testuale.
Scegli il momento giusto per pubblicare i tuoi aggiornamenti:
secondo le statistiche, il maggior numero di click sui post di Facebook viene generato nelle ore centrali della giornata ed ha un picco intorno alle 15, gli “orari caldi” sarebbero tra le 11 e le 16. Da evitare, invece, di postare link negli orari serali in quanto il tasso di CTR (è la percentuale di click in relazione al numero di vsualizzazioni di un messaggio pubblicitario, è l’acronimo di Click Trough Rate.) avrebbe un drastico calo tra le 20 di sera fino alle 8 di mattina. Invece il giorno migliore per postare contenuti su Facebook sarebbe il giovedì seguito dal venerdì e dalla domenica.

Google+
Solo il fatto che sia il social network di Google dovrebbe convincerti, è infatti facile trovare nei risultati di ricerca di Google, post o immagini che aziende e privati hanno pubblicato su questo social network. Cosa che invece avviene in maniera di gran lunga inferiore su altri social.
Soprattutto è un Social in grande ascesa, cresce di milioni di utenti ogni anno.
Viene utilizzato in maniera prevalentemente da adulti e persone che lo fanno a scopo professionale e di business.

LinkedIn
È di sicuro il network professionale per eccellenza, vanta oltre 200 milioni di utenti.
Dà la possibilità di rimanere in contatto con i propri clienti, fornitori, nonché di collegarsi con altri professionisti promuovendo le proprie attività di business partecipando a gruppi di discussione tematici.
In quanto alle tecniche ed agli accorgimenti per renderti maggiormente efficacie valgono in gran parte le dritte che ti ho dato per Facebook, alle quali aggiungo la scelta di un tema.
I temi affinchè risultino rintracciabili nel social e quindi seguiti, devono essere associati ad un hashtag.

Gli hashtag sono un tipo di tag utilizzato in alcuni social network per creare delle etichette, sono formati da parole o combinazioni di esse concatenate ed inserite nei commenti o negli aggiornamenti, precedute dal simbolo “#” (cancelletto).

C’è un’enorme quantità di conversazioni a tema a cui le persone partecipano in LinkedIn. Qualche esempio? #blog, #moda, #fashionblog. Gli hashtag più popolari li trovi nel box dei trend sul profilo di Google +. Quando crei del contenuto su temi specifici, raggiungi 2 obiettivi: focalizzi l’attenzione in modo strategico sul tuo contenuto e lo destini ad un’audience che se è maggiormente targettizzata aumenterà la tua esposizione e farà crescere le tua popolarità.
Se volete approfittare della strategia del far leva su di un tema, è importante partecipare e postare costantemente. Non ti scoraggiare se l’impegno non viene ripagato subito, perché ci vuole tempo per costruire e mantenere un certo interesse.
Ti elenco una serie di consigli efficaci da mettere in pratica con questo social, ovviamente dopo esserti premurato di compilare il tuo profilo in ogni sua parte (non lasciare nulla al caso e si preciso nel farlo) a LinkedIn piacciono di più i profili ben curati che quelli fatti a tirare via, di conseguenza ti posizionerai meglio all’interno del vastissimo social dedicato al mondo dei professionisti e delle aziende.
Pubblica i tuoi aggiornamenti di stato con regolarità; parla di ciò che stai facendo, a cosa stai lavorando. Includei aggiornamenti che potrebbero essere di interesse per i tuoi clienti target ed i clienti che già hai acquisito.
Fai partecipazione attiva nei gruppi; datti da fare nei gruppi legati alla tua attività ed ai tuoi interessi, partecipa alle discussioni, questo ti darà una maggiore visibilità, oltre al fatto che partecipare e discutere ti può aiutare a farti riconoscere come un esperto nel tuo campo.
Non spammare; può capitare a volte per eccesso di post condivisi e di scarsa attinenza al contesto che si venga additati come spammer, eviterai in questo modo di essere buttato fuori con la conseguenza negativa di andare ad infangare la reputazione del tuo business.
Invia messaggi ed inviti ad altri membri dei gruppi e della rete LinkedIn, anche in questo caso, evita di essere uno spammer o un parassita aggiungendo a destra e a manca, cerca di aggiungere utenti che hanno reali affinità al tuo mondo o credi ne possano avere.
Rispondi alle domande che trovi nel social, devi sapere infatti che è anche possibile dare risposte oltre che cercare soluzioni ai tuoi argomenti utilizzando lo strumento di ricerca e selezionando risposte dall’ elenco a discesa delle aree per la ricerca. Fai clic sulla scheda “apri risposte” e vedi se è possibile fornire una buona risposta alla domanda che qualcun altro a posto. Questo andrà a formare la vostra credibilità come esperto di un determinato settore.
Abbi pazienza, i miracoli non esistono, non aspettarti di vedere risultati istantanei, ma se ti darai da fare in modo costante, noterai che il marketing su LinkedIn è cosa indispensabile da fare per andare ad ampliare e consolidare la tua web reputation e popolarità online.

Pinterest
Sconosciuto ai più, sono certo che molti di voi non lo hanno mai usato ne sentito dire. Pinterest è un social media basato sulle immagini e sulla condivisione, il cui scopo è quello di connettere persone e creare nuove ispirazioni. Non dovrai far altro che registrarti ed organizzare la tua pagina “in board”, che consiste in delle bacheche virtuali a cui è possibile dare nomi diversi creando categorizzazioni per contenuti. Le immagini e i contenuti che caricherai nelle diverse board vengono chiamati “pin”. Installando il pulsante “Pin it” direttamente nel bookmarks del browser è possibile condividere ogni contenuto presente nelle pagine in cui si naviga semplicemente cliccando sul pulsante e scegliendo la board dove la pin deve essere salvata.
Il target di riferimento prevalente in Pinterest è soprattutto femminile non lo sapevi? ed i temi di tendenza principali sono da sempre Fashion, Beauty e Food, anche se non mancano moltissimi contenuti legati al Design e alla Tecnologia.
Ti elenco di seguito alcuni punti che ti porteranno ad avere successo su questo social:
Inserisci un titolo ed una descrizione chiari all’interno delle board;
inserisci delle keyword pertinenti all’interno della descrizione del pin;
utilizza immagini belle e di buona qualità al fine di ottenere like e commenti che incidono sulla popolarità del contenuto;
inserisci le board all’interno delle relative categorie messe a disposizione da Pinterest;
sfrutta la sezione “About” per inserire una serie di keyword di riferimento all’interno della descrizione del tuo account.

Twitter
Twitter ha indubbiamente cambiato il modo con il quale le persone comunicano online. Per tale motivo, dovrebbe diventare una parte indispensabile del vostro piano di marketing.
La particolarità di questo social, sta nel limite massimo dei post, fissato in 140 caratteri, motivo per cui si classifica Twitter nella categoria del microblogging cosa è il microblogging? I vostri messaggi, pertanto, dovranno essere brevi e incisivi.
Similmente alle strategie che ci aiutano ad avere maggiore visibilità sui motori di ricerca, anche in Twitter dobbiamo curare bene le parole chiave nella biografia usando tutti gli strumenti a nostra disposizione.
Quindi mi raccomando, scrivi con cura cosa fai, chi sei professionalmente, usando possibilmente delle parole chiave con cui intendi posizionarti, il rischio è che il vostro account rimanga poco visibile, soprattutto se creato da poco. Attenzione alla foto profilo, per essere correttamente indicizzata non chiamarla con un nome a caso, ma usa un nome che rispecchi il tuo core business oppure il nome del tuo brand, a seconda dell’uso che ne fai. Devi sapere che anche le foto vengono indicizzate nei motori di ricerca, nel caso di Twitter ti consiglio di utilizzare al meglio le informazioni della bio affinché gli utenti ti possano trovare meglio.
Ascolta e studia la tua audience: prima di cominciare a utilizzare in maniera attiva il tuo account dedica alcuni minuti al giorno a monitorare gli aggiornamenti relativi il tuo settore di attività, magari ancora prima di creare l’account stesso.
Ascoltare è un operazione indispensabile e può richiedere uno sforzo maggiore rispetto il semplice pubblicare tweet nella Home delle persone che abbiamo deciso di seguire piuttosto che sulla pagina principale degli aggiornamenti.
Usa bene il tool di ricerca, ti consente di trovare argomenti o persone che hanno a che fare con il tuo business. Usala periodicamente per individuare chi già si occupa dei temi più vicini ai tuoi interessi e la tua nicchia.
Di tanto in tanto dai un’occhiata alla sezione delle notifiche nella home di Twitter, dovresti farlo almeno settimanalmente.
Un altro strumento molto utile per rendersi conto degli argomenti di cui parlano le persone su Twitter è la sezione dove sono presenti i temi più caldi del social, ovvero gli hashtag più utilizzati, questo è un ottimo termometro sulle discussioni a cui sarebbe bene partecipare nel network.
Infine, tramite la ricerca avanzata è possibile scovare post o utenti altrimenti difficili da individuare.

Consiglio generale valido per tutti i social: l’ immagine del profilo e l’immagine di copertina (per i social che la prevedono) deve essere coerente in tutti i network che stai utilizzando, onde evitare il disorientamento e la possibilità di non farsi riconoscere da chi ci segue o sta provando a farlo.
Ovviamente un buon numero di follower e la descrizione sono il tuo biglietto da visita.

Torna dove stavi leggendo
Il microblogging, detto anche micro-blogging o micro blogging è una forma di pubblicazione di piccoli contenuti nel web, sotto forma di messaggi di testo, solitamente non si va oltre i 140 caratteri, inclusi immagini, video, audio file, oltre che segnalibri, citazioni ed appunti.

Torna dove stavi leggendo
Per natura la donna necessita di un contatto visivo maggiore rispetto ad uomo ed infatti questo social è molto indicato per tutto ciò che è veicolabile visivamente.