9. Fai il punto sulla tua comunicazione

Riprendo questo capitolo direttamente da un articolo presente nel mio blog, post in cui spiego dell’importanza della gestione dell’aspetto comunicativo del proprio brand, sia che noi siamo titolari di un’azienda o che si tratti di noi in prima persona in quanto ci proponiamo come esperti e professionisti e ci vogliamo spendere nel mercato in un qualche suo ambito, questo è uno degli aspetti da non sottovalutare per il nostro successo.
I tre aspetti che per voi devono essere primari sono: il vostro prodotto o servizio, la vostra immagine e le relazioni con la clientela. Tutto quello che riguarda la vostra immagine è importante perché è la prima impressione che un cliente si farà su di voi, e per questo dovete affidarvi (se non ne sieta in grado) a progettisti ed esperti di settore che riescano a creare unʼidentità visiva che vi rappresenti in pieno, che invogli i potenziali clienti a scoprirvi e darvi la fiducia che meritate di avere.
A seguire ti elenco sei consigli che ti aiuteranno a fare il punto della situazione nei vari aspetti del tuo business.
1. La tua immagine è quello che fai devono essere comprensibili per il cliente ancora prima che provi i tuoi prodotti e servizi. Per farti capire; c’è differenza tra un meccanico fac totum ed una officina specializzata, molte aziende/professionisti spesso  hanno un’immagine che non li rappresenta affatto, spero che tu non rientri tra di loro.
Manderesti a qualcuno che non ti conosce una foto di qualcuno che ti assomiglia soltanto?
2. Hai unʼimmagine professionale? Come dicevo il tuo brand rappresenta la tua attività, quindi hai bisogno di un’immagine professionale, che dia valore a quello che fai.
Nei prossimi punti gli errori comuni che devi assolutamente evitare di commettere.
3. Ad ogni elemento il suo scopo. Per colpire il pubblico in modo diretto ed efficace servono chiarezza ed ordine. Cerca quindi di dare un impressione di te più semplice possibile usando per esempio un ristretto numero di font e che siano leggibili perfettamente, evitando cornici, sfumature e cose che appesantiscono la grafica del tuo sito e delle grafiche legate al tuo business. Il tuo scopo è comunicare in modo chiaro, questo deve essere un imperativo.
4. L’immagine coordinata. L’importanza di quest’ultima sta nel fatto che dobbiamo essere sempre riconoscibili. Come un bambino riconosce la voce del papà, così i clienti devono riconoscervi anche attraversando una strada a 250 km/h (rispettate i limiti mi raccomando!). Questo serve per creare un legame con le persone e dargli sempre un senso di familiarità, te lo ricordo nel capitolo dedicato ai social, dove in tutti quanti dovrai mantenere una certa coerenza affinche tu venga riconosciuto.
5. Le fotografie. Foto con bassa risoluzione o inserite come miniature, fatte in ambienti poco luminosi o con oggetti poco desiderati all’interno del quadro visivo vi fanno perdere di credibilità. Piuttosto che usare foto scadenti, segui qualche buon tutorial su YouTube, oggi anche il cellulare scatta buone foto per il web, se seguiamo alcuni accorgimenti. Oltre alla qualità in termine di pixel e luce è fondamentale anche creare emozioni e suscitare gusti e stati d’animo pertinenti con lʼidentità del tuo business, pensa a tutti i siti/blog che si dedicano al food per esempio, credimi, quelli che hanno davvero successo sono quelli che aldilà della mera ricetta testuale dedicano largo spazio alle foto delle loro realizzazioni, nei giusti contesti ed abbinati alle cromie che meglio vi si addicono.
È risaputo che per farsi notare bisogna differenziarsi rispetto alla concorrenza. È sul chi si distingue è chi fa buon uso delle regola estetiche e progettuale. Un brand originale da valore all’azienda e viene più facilmente impresso nella memoria.
Pensate ad Apple, pensate alla sua comunicazione, essenziale, asciutta, pulità, ma non per questo poco efficace, i fatturati della casa di Cupertino parlano chiaro.