5. 2015 Google aggiorna il suo algoritmo

A partire dal 21 aprile 2015 Google ha apportato un importante cambiamento al suo algoritmo, non solo per la lingua inglese, rivolgendosi esclusivamente agli Stati Uniti come di solito di fatto avviene ma lo ha fatto a livello mondiale.  Da questa data in poi Google darà la precedenza  ai siti mobile friendly in linea con gli attuali trend di utenza che vedono provenire la maggior parte dei risultati di ricerca effettuate da smartphone e tablet.

Quindi o vi adeguate o rischiate di perdere la maggior parte del traffico organico che proviene dal Google search mobile.
Con questo nuovo algoritmo a livello SEO i siti web mobile friendly avranno un notevole boost rispetto a quelli che non lo sono. Ora non è che i siti web che non sono mobile friendly spariranno dalle serp di Google, dato che alcuni di questi potrebbero funzionare correttamente sugli smartphone e comunque possono essere molto rilevanti per le ricerche degli utenti in fatto di contenuti.
Per vostra fortuna la community del nostro caro WordPress è da tempo attenta a questo importante fattore, ne consegue che circa l’80% dei template a disposizione per il CMS possono vantare di essere responsive.
L’obiettivo di google è da sempre quello di migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti, aiutandoli ad individuare i migliori risultati per loro sin dalla pagina dei risultati.
Secondo le statistiche la quota degli introiti pubblicitari di Google provenienti dal mobile raggiungerà quasi il 35%, un forte incremento spinto anche dall’ ascesa di Facebook e della sua strategia mobile friendly. Quindi la creazione di un sito con tali caratteristiche non solo ottimizzerà il tuo posizionamento organico ma sicuramente migliorerà l’esperienza di navigazione di quei 20 mila italiani che si collegano a internet ogni giorno con il  proprio smartphone e tablet.